Masturbazione compulsiva: cos’è, cause e trattamento

sindrome-post-traumatica-da-stress
Sindrome post-traumatica da stress: cos’è, sintomi e casi comuni
Aprile 8, 2019
donna che urla con dap disturbo di attacchi di panico
DAP Disturbo da Attacchi di Panico
Maggio 13, 2019
masturbazione-compulsiva

Cos’è la masturbazione compulsiva

Il termine masturbazione compulsiva – noto anche come autoerotismo compulsivo – descrive un insieme di sintomi convogliati nell’eccessivo coinvolgimento della persona in attività di autoerotismo – stimolazione sessuale – con il fine di procurarsi piacere in maniera non controllata e con difficoltà di gestione e/o evitamento.

Avere una dipendenza significa non aver più controllo sul comportamento piacevole che si mette in atto fino a desiderare e masturbarsi in modo ripetuto con conseguenti sentimenti di insoddisfazione e difficoltà di gestione dell’impulso anche in situazioni in cui non è socialmente accettato attuarlo. Di conseguenza, non è il comportamento ad essere patologico ma l’assenza di controllo rispetto quel determinato comportamento. Il comportamento diventa una dipendenza, con conseguente perdita di controllo, quando l’individuo continua a metterlo in atto nonostante sappia che non può dare la soddisfazione desiderata (e per questo motivo diventa un disturbo del comportamento ossessivo compulsivo), e soprattutto sacrificando la propria vita e le proprie attività lavorative, sociali, relazionali ed individuali pur di mettere in atto il comportamento (diventandone quindi dipendente).

La masturbazione compulsiva può riguardare uomini e donne e in seguito al raggiungimento dell’orgasmo spesso sopraggiunge il senso di colpa della persona che si ritrova nella stessa situazione difficoltosa, stressante, ansiogena precedente alla masturbazione.

Bisogna sottolineare il fatto che la masturbazione in sé non è un azione negativa o sbagliata fatta dall’individuo, ma anzi aiuta le persone a scaricare lo stress e/o altri sentimenti ed emozioni e aiuta anche a scoprire il proprio corpo al fine di averne padronanza da un punto di vista personale e relazionale. Diventa un problema nel momento in cui diventi quella che impropriamente è definita “masturbazione cronica“. È infatti una delle ossessioni sessuali più comuni.

Cause della masturbazione compulsiva

Le cause ascrivibili alla manifestazione della masturbazione compulsiva possono essere tante. Spesso la masturbazione è un’attività che può essere messa in atto per mediare lo stress dato da problemi personali, pensieri negativi, noia o anche per anestetizzare forti emozioni come l’ansia, la rabbia, la tristezza. Il problema nasce quando questa attività da essere un modo per sfogarsi e monitorare lo stato d’animo del momento diventa una vera e propria dipendenza che prescinde quindi dal senso autoerotico dell’atto in sé, dal piacere e dalla soddisfazione, ma che si concentra solo in un comportamento disfunzionale e disadattivo che non porta a nessuna soluzione ma che, al contrario, diventa esso stesso un problema poiché appunto, l’atto di masturbarsi nasconde una difficoltà più grande che non viene riconosciuta e di conseguenza affrontata dall’individuo.

Conseguenze della masturbazione compulsiva

L’autoerotismo disfunzionale, come la masturbazione compulsiva, può avere una serie di ricadute e conseguenze sulla vita dell’individuo affetto.

La prima conseguenza di questo comportamento disfunzionale è il calo di desiderio sessuale. Questa manifestazione può peggiorare fino al preferire la masturbazione al rapporto sessuale con il proprio partner, trasformando di conseguenza un momento di “piacere” in un momento di “dovere” che può mettere a rischio le dinamiche di coppia e relazionali.

Infine, nell’uomo, la masturbazione compulsiva può provocare persino problemi erettili.

Terapia Cognitivo Comportamentale

Uno dei trattamenti ritenuti più consoni per la gestione della masturbazione compulsiva è la terapia Cognitivo Comportamentale.

La terapia è orientata inizialmente sull’informazione, da parte del terapeuta nei confronti della persona, riguardo l’insorgenza del disturbo, le cause e i sintomi. L’informazione servirà alla persona che intraprende il percorso terapeutico a riconoscere e comprendere meglio quali possano essere le cause alla base della manifestazione del sintomo. Successivamente il terapeuta aiuterà la persona ad apprendere e gestire strategie che lo aiutino a controllare e ridurre le ossessioni date dal disturbo e, di conseguenza, a ridurre le compulsioni disfunzionali. L‘obiettivo della terapia sarà quello di rendere autonoma la persona nell’utilizzo di strategie indicate dal terapeuta volte alla gestione ottimale dei pensieri intrusivi e dei comportamenti disfunzionali che invadono la vita della persona migliorandone la qualità dal punto di vista psicologico, fisico e di gestione quotidiana.


Dott. Damiano Colamonico

Psicologo Specializzato nel trattamento dei disturbi ossessivo compulsivi

La masturbazione compulsiva è diventata un problema per la tua quotidianità? Sta influenzando il normale scorrere delle tue giornate e intaccando la tua serenità e benessere?

Da anni tratto pazienti affetti da autoerotismo compulsivo e DOC mediante le più innovative tecniche cognitive comportamentali presso il mio Studio da Psicologo a Torino.

Sentiti libero/a di contattarmi

Parlami del tuo problema e troviamo assieme una soluzione!

Dott. Damiano Colamonico
Dott. Damiano Colamonico
Sono il Dott. Damiano Colamonico, psicologo a Torino ad orientamento Cognitivo Comportamentale.Esperto dei principali approcci in campo di neuroscienze, psicologia cognitiva e neuropsicologia, dirigo il Centro Clinico “StudioColamonico” a Torino e Chieri dove, insieme ai miei collaboratori, mi occupo di riabilitazione e trattamento dei principali disturbi della sfera psicologica.Attraverso i miei studi in tecniche cognitivo comportamentali presso l'istituto Watson di Torino ho appreso le più efficaci strategie di intervento per la riabilitazione dei più comuni disturbi mentali e della sofferenza psicologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *