Ossessioni Sessuali: Quando il DOC è Sessuale

Attacchi di Panico: L’esperienza di Lucia
Ottobre 8, 2019
lende d'ingrandimento metafora del come scegliere lo psicologo
Come scegliere lo psicologo o psicoterapeuta giusto per te
Ottobre 18, 2019
ossessione sessuale

Pensieri, Paure e Ossessioni Sessuali

Quando i nostri pensieri diventano una vera e propria ossessione di tipo sessuale e si trasforma in DOC Sessuale

Per affrontare il tema delle ossessioni sessuali e di quando le nostre pulsioni sessuali sfociano in ossessioni e compulsioni è necessario prima introdurre qual è il disturbo alla base delle manifestazioni ossessive: il Disturbo Ossessivo Compulsivo fa parte dei disturbi d’ansia e presenta caratteristiche ben precise e riconoscibili.

Cos’è il DOC e quali le sue caratteristiche principali

Vediamo quindi cos’è il Disturbo Ossessivo Compulsivo – DOC – e quali sono le sue caratteristiche:

  1. L’individuo che sperimenta il DOC è sovrastato da pensieri, comportamenti, idee, azioni ossessive, cioè presenti costantemente nella propria vita e che rendono la persona incapace di contrastarli e/o controllarli.
  2. Per questo motivo, la persone percepisce questi pensieri in modo passivo, ritenendoli non controllabili e ingestibili, sentendosi “dominato” da questi.
  3. La risposta che l’individuo mette in atto per rispondere, gestire, mediare l’ansia data da queste ossessione intrusive è data dalle compulsioni, atteggiamenti e condotte ripetitive, stereotipate utili per monitorare lo stato di ansia e confusione che la persona percepisce a causa dei pensieri ossessivi che “subisce” quotidianamente.

L’ossessione nel DOC

Le ossessioni sono quindi percepite dall’individuo, come pensieri, azioni, idee, pulsioni incontrollabili e intrusive, che accompagnano la persona durante tutto il corso della giornata contro la sua volontà e che quindi sono ritenute incontenibili e difficili da contrastare, ridimensionare se non attraverso le compulsioni.

sagoma con foglia sinonimo di cosa sono le ossessioni sessuali

Cosa sono le ossessioni sessuali

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo sessuale può comprendere varie sfaccettature e riguardare varie e differenti ossessioni, idee, pensieri vissuti e subiti dall’individuo. Tra le diverse ossessioni riconosciute, possiamo osservare le ossessioni a sfondo sessuale. Le ossessioni di natura sessuale sono caratterizzate pensieri sessuali indesiderati, idee, impulsi e immagini mentali ripetuti e inaccettabili dall’individuo che riguardano principalmente il sesso e la sfera sessuale.

Gli oggetti che provocano l’ossessione possono essere diversi: riguardare bambini, animali, oggetti veri e propri, organi sessuali, persone o anche azioni sessuali violente e indesiderate.

Un altro aspetto che riguarda le ossessioni a contenuto sessuale può essere il dubbio persistente e incontrollabile nei confronti del proprio orientamento sessuale che può portare la persona a mettere in atto delle compulsioni continue utili per confutare l’idea di essere attratto da individui dello stesso sesso e aver paura di essere gay. Questo particolare disturbo si chiama DOC Omosex.

L’ossessione ricorrente potrebbe comportare dubbi esistenziali nei confronti di se stessi e dell’area erotica dell’individuo, tanto da portare la persona a porsi interrogativi quali:

  • Cosa succederebbe se dovessi perdere il controllo di me stesso durante il sesso?
  • Quale sarebbe la conseguenza di essere attratto dal desiderio di fare sesso con una determinata persona, un bambino, un animale?
  • Cosa accadrebbe se mostrassi i miei organi genitali a quella persona, bambini, animale?
  • Cosa si verificherebbe se dovessi provare piacere con quell’oggetto specifico?

Queste immagini mentali, idee, impulsi, ossessioni accompagnano l’individuo nel quotidiano in modo intrusivo e sgradevole fino a far sentire la persona incapace di riuscire a gestirli e controllarli e quindi incapace di controllare sé stesso.

Pensieri sessuali indesiderati: i più comuni nel DOC Sessuale

Nella mia esperienza di psicologo a Torino specializzato nel trattamento del disturbo ossessivo compulsivo ho potuto notare una serie di pensieri sessuali indesiderati caratteristici e peculiari. Attenzione, è sempre bene ricordare che esiste una grande differenza tra quelle che vengono spesso chiamate fissazioni o fisime mentali e veri e propri pensieri di stampo ossessivo. Nello specifico, le ossessioni sessuali che accompagnano le persone vittime del DOC Sessuale possono avere diverse sfaccettature, tra cui:

  • Il timore di essere sessualmente attratto da un animale;
  • L’ansia di essere sessualmente attratto da oggetti inanimati;
  • L’ossessione di poter provare piacere con personaggi del mondo religioso;
  • La paura di essere pedofili;
  • Il timore di essere attratti sessualmente da genitori o familiari;
  • La paura di essere gay e il pensiero ossessivo di poter essere omosessuali latenti (qui alcune testimonianze di doc omosessuale raccolte durante le mie sedute);
  • La paura costante di essere attratti da altre persone diverse dal proprio partner classica del doc da relazione;
  • Il terrore di diventare violenti durante l’atto sessuale;
  • L’angoscia di poter essere attratti dai propri figli, nel caso dei genitori;
  • La preoccupazione di essere attratti sessualmente e di avere pensieri sessuali nei confronti di Dio.

Le persone con ossessioni sessuali, pensieri, idee, immagini con questi contenuti possono passare la maggior parte del tempo tentando di controllare ed esortare sé stessi ad allontanarsi da questi pensieri, attraverso azioni, comportamenti definiti compulsioni, che procurano un costante senso di colpevolizzazione e di idee negative e controproducenti per il proprio benessere.

ragazza stesa durante terapia cognitivo comportamentale per doc omosessuale

Possibili cause dei pensieri ossessivi sessuali

Attualmente non è ancora possibile stabilire in modo chiaro quali possano essere le cause alla base della manifestazione di ossessioni sessuali. La possibile spiegazione può essere definita secondo un approccio che integri aspetti psicologici, fisici e sociali.

Secondo un punto di vista psicologico, è possibile che esperienze e forme educative avute durante l’infanzia del proprio contesto familiare possano contribuire nella manifestazione dei sintomi. Gli aspetti più importanti sui quali prestare attenzione riguardano il senso di colpa e il senso di responsabilità vissuti dalla persona che sviluppa i sintomi. Un forte senso di colpa nei confronti di se stessi, delle proprie azioni, del proprio modo di essere e, d’altra parte, un elevato senso di responsabilità eccessivo rispetto all’età dell’individuo e alle motivazioni espresse rispetto alla responsabilità stessa, può essere predittivo per le manifestazione ossessive e nelle successive compulsioni che sono utili alla persona che sperimenta i sintomi, per tenere sotto controllo le conseguenze emotive negative alla base dei sensi di colpa e del senso eccessivo di responsabilità.

Inoltre, in alcuni casi, anche una eccessiva rigidità etica, educativa e morale, caratterizzata da severità, punizioni e regole spropositate, sono alla base di una possibile manifestazione sintomatica costituita da sensi di colpa e responsabilità eccessive, rigidità e negazione emotiva che, a lungo andare, può essere espressa attraverso una mancanza di autonomia e accettazione di sé e una presenza di ossessioni fastidiose che rimarcano il senso di colpa nei confronti di se stessi.

Terapia consigliata in caso di ossessioni sessuali

È approvato che il trattamento che fornisce risultati efficaci e duraturi nel tempo quando si parla di Disturbi Ossessivo Compulsivi è la Terapia Cognitivo Comportamentale.

La terapia si caratterizza inizialmente con la raccolta di informazioni, da parte del terapeuta, riguardo i sintomi, le cause e le conseguenze del disturbo invalidante.

Successivamente il terapeuta aiuta la persona a prendere consapevolezza delle motivazioni che sono alla base della manifestazione dei sintomi e che portano l’individuo a mettere in atto comportamenti disfunzionali e controproducenti.

Il terapeuta mostra alla persona, attraverso strategie, azioni, compiti, esercizi, come controllare i sintomi e le ossessioni al fine di ridurre la sintomatologia, con l’obiettivo finale di rendere autonoma la persona nell’utilizzo delle strategie indicate e quindi di migliorare la sua qualità di vita.

Dott. Damiano Colamonico
Dott. Damiano Colamonico
Sono il Dott. Damiano Colamonico, psicologo a Torino ad orientamento Cognitivo Comportamentale.Esperto dei principali approcci in campo di neuroscienze, psicologia cognitiva e neuropsicologia, dirigo il Centro Clinico “StudioColamonico” a Torino e Chieri dove, insieme ai miei collaboratori, mi occupo di riabilitazione e trattamento dei principali disturbi della sfera psicologica.Attraverso i miei studi in tecniche cognitivo comportamentali presso l'istituto Watson di Torino ho appreso le più efficaci strategie di intervento per la riabilitazione dei più comuni disturbi mentali e della sofferenza psicologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *