Sexting e Psicologia: Cos’è, Rischi ed Effetti

Uomo affetto da disturbo
Disturbo Ossessivo Compulsivo e Psicosi
Aprile 18, 2021
Rapporto tra obesità e sessualità
Quando l’Adipofilia Diventa un’Ossessione
Maggio 12, 2021
Donna invia un immagine

Il Fenomeno del Sexting: Benefici e Come Tutelarsi

Negli ultimi anni è aumentata la pratica del Sexting anche tra le persone più grandi, oltre che tra gli adolescenti. Se praticata nel migliore dei modi può portare grandi benefici soprattutto per le coppie che hanno una relazione a distanza. Al contrario, può portare diversi rischi con effetti sulla psiche della vittima. Con questo articolo approfondiremo il collegamento tra Sexting e Psicologia, definendone benefici, rischi ed effetti.

Rappresentazione della parola Sexting

Cos’è il Sexting

Cos’è il sexting? la parola stessa ha come significato sex (sesso) e texting (invio di messaggi di testo) consiste nell’azione di condivisione di contenuti sessuali espliciti tra due o più interlocutori attraverso l’uso di mezzi tecnologici come messaggi, social network e altre piattaforme. Il fenomeno del sexting non deve necessariamente essere osservato in modo negativo, poiché se effettuato con consapevolezza può comportare benefici da un punto di vista personale e relazionale, al contrario un uso improprio e ossessivo della pratica potrebbe portare as una vera e propria dipendenza da sexting.

Un esempio di texting (o sexting) può essere l’invio di foto sessualmente esplicita attraverso lo smartphone, oppure lo scambio di materiale sessualmente esplicito attraverso social network finalizzati ad incontri o meno (twitter, tinder, facebook).

 

Diffusione del Sexting

Sono molte le ricerche effettuate riguardo l’attività di sexting ed è sorprendente osservare come la pratica non sia effettuata esclusivamente da adolescenti.

In una indagine presentata alla 123esima Convention dell’American Osychoogical Association è emerso che su 870 uomini e donne di età compresa tra 18 e 82 anni, otto persone su 10 inviano e ricevono messaggi sessualmente espliciti.

Il fenomeno ha preso piede negli ultimi anni proprio per via della facilità con cui è possibile praticare del sexting, con app mediante le quali si possono scambiare foto, video e altro attraverso le nuove piattaforme network.

In un’atra ricerca svolta su adolescenti è emerso che tra i comportamenti diffusi nella cerchia di amici adolescenti, il 37% di ragazzi invia messaggi a contenuto sessuale e il 35% riceve messaggi che si riferiscono alla sfera sessuale.

 

Ragazzo sorpreso che fa sexting

 

Contrasto tra Piacere e Paura

Nel panorama del sexting le emozioni che più possono essere vissute abbracciano due macro aree che possono sembrare estremamente distanti ma che in realtà sono molto vicine tra loro: la paura e il piacere.

Il piacere è dato dalla possibilità esibizionistica e quindi da una finalità ammirativa da parte di chi invia messaggi, foto, video a contenuto sessuale. Lo specchio di chi invia materiale è la sensazione di gratificazione e di piacere a livello erotico vissuta da chi riceve i contenuti sessuali.

Allo stesso tempo, poiché la sensazione che si prova può essere quella di effettuare un’azione non del tutto lineare e quindi ribelle, lo stesso piacere attiva una sensazione di paura mista ad adrenalina, che spinge l’individuo a sentirsi spaventato e affascinato dalla ricezione e/o dall’invio del contenuto.

 

Sexting: Perché Può Essere Utile e Quali Sono i Benefici

I benefici del sexting possono essere molti, perché, se viene eseguito in modo consenziente da parte di entrambe le persone, può essere definito ed utilizzato come un gioco erotico.

L’aspetto imprescindibile del sexting riguarda:

  • il consenso di chi invia e riceve materiale;
  • la privacy con cui viene manipolato il materiale ricevuto ed inviato, privacy che deve essere rispettata in modo inequivocabile nel rispetto quindi del volere dell’inviante,
  • L’esclusione di aspetti legati a possibili reati come sextortion, che consiste nell’estorsione di denaro minacciando la persona che ha inviato contenuti a sfondo sessuale;
  • L’esclusione di attività di reato come revenge porn, che consiste nella diffamazione di materiale a contenuto sessuale da parte di ex partner a scopo vendicativo.

Relazione di coppia a distanza

Rafforzare la Comunicazione ed il Legame di Coppia Tramite il Sexting

Un aspetto positivo e utile finalizzato all’utilizzo di sexting riguarda la sfera sessuale in coppia.

Quando la coppia è solida, quando c’è un clima di fiducia ed affidabilità e quando, ad esempio, si sente la necessità legittima di esplorare diverse procedure erotiche oltre a quelle definibili come “standard”, il sexting assume valore positivo e può essere un motore di miglioramento nella coppia da un punto di vista di attività sessuale ma anche di comunicazione interpersonale.

Per quanto concerne l’attività sessuale, si può immaginare che attraverso il sexting si possano esprimere liberamente fantasie erotiche che magari vengono represse nella relazione in presenza. Oppure attraverso lo scambio di contenuti sessuali espliciti tra i due partner, si possono scoprire fantasie, idee, pensieri, azioni desiderabili da parte dell’altro o di se stesso, tenute nascoste dall’inconscio o dal senso di inibizione/ senso di vergogna.

Una maggior consapevolezza del proprio immaginario erotico e dell’immaginario erotico del proprio partner non può far altro che aumentare una comunicazione efficace tra le due parti, efficace perché caratterizzata da trasparenza e sicurezza nei confronti di chi si ha di al proprio fianco.

Una aspetto non trascurabile riguarda il motivo per cui si decide di farlo. Ha un effetto positivo se l’obiettivo è quello di rafforzare la comunicazione e il benessere della coppia, al contrario risulta deleterio se lo si pratica esclusivamente per soddisfare il proprio partner o per paura di essere “abbandonati” (leggi l’articolo sulla paura dell’abbandono)

 

Sexting e Amore a Distanza

Un altro aspetto che trova giovamento attraverso l’utilizzo consapevole e sicuro del sexting è caratterizzato da situazioni in cui sono presenti relazioni a distanza.

In questo caso risulta molto complesso realizzare e mantenere viva l’attività sessuale tra i partner. Il sexting può entrare in soccorso per agevolare la desiderabilità sessuale tra gli amanti e migliorare la sfera sessuale già di per sé compromesso dal dato di distanza.

In questo caso è sempre indispensabile munirsi di strumenti social sicuri e affidabili, dei quali parleremo nei prossimi paragrafi.

 

Rischi e Conseguenze Legali del Sexting

Condizione necessaria e sufficiente per definire il sexting una pratica sicura, evitando di infrangere il codice penale, è l’esclusione di qualsiasi tipologia di reato (su minori, su adulti non consenzienti e così via), e soprattutto la totale consapevolezza e il rispetto del materiale ricevuto.

Purtroppo la realtà non sempre rispecchia questo tipo di atteggiamento, e per questo motivo ci si scontra molto spesso con atteggiamenti e reati pericolosi e disfunzionali a livello personale e psicologico.

I differenti e pericolosi rischi di un sexting non sicuro possono essere elencati in questo modo:

  • La sindrome da trofeo: la possibilità che il contenuto ricevuto possa essere ri-condiviso tra amici e/o conoscenti, creando quindi una diffusione non consensuale da parte del diretto interessato;
  • La perdita di controllo: proprio a causa della diffusione elevata del contenuto, il pericolo è che si possa perdere il controllo dello stesso non riuscendo a risalire sia al numero di persone che lo possiedono, sia alla fonte iniziale di divulgazione;
  • Disidentificazione del corpo: in questo caso, proprio la totale perdita di controllo della divulgazione del materiale, porta ad una rischiosa perdita di definizione di sé e di come ci si presenta sia a livello individuale che interpersonale. Una persona che cerca contenuti su un’altra attraverso i social può incorrere in materiale sessuale pubblicato contro la volontà del diretto interessato e questo può compromettere l’identità e il rispetto dello stesso;
  • Dipendenza/patologia: in alcuni casi si può incorrere in una vera e propria manifestazione sintomatologica del sexting. La persona che la pratica può iniziare a provare sentimenti di craving (dipendenza) che caratterizzerebbero il suo rapporto con il sesso e l’erotismo, tanto da escludere qualsiasi altro tipo di esplicitazione erotica e di eccitazione se non attraverso la pratica del sexting (ti consiglio la lettura sulle ossessioni sessuali);
  • Possibile adescamento da parte di soggetti abusanti: in questo caso può succedere che ci sia un adescamento da parte del soggetto abusante nei confronti della vittima, che comporta un condizionamento rispetto all’invio di materiale sessuale con conseguenze rischiose per l’individuo inviante e per la sua incolumità;
  • Umiliazione e senso di colpa: dati dal sentirsi responsabili della divulgazione del proprio materiale, contro la propria volontà. La persona che subisce atti illeciti di pubblicazione e divulgazione può sentirsi in colpa e avvertire un senso di vergogna e di peccaminosità nei confronti di se stessa, tanto da avere ripercussioni a livello interpersonale e personale;
  • Bullismo: il materiale sessuale può essere utilizzato per denigrare, umiliare e ostacolare il senso de rispetto e la libertà del diretto interessato, attraverso ricatti e anche divulgazioni in rete;
  • Revenge porn: una pratica messa in atto a seguito della fine della relazione interpersonale tra le parti che vede coinvolta la vittima (chi ha inviato contenuti) come persona umiliata e vessata dalla pubblicazione non autorizzata dei contenuti stessi con fine vendicativo in seguito alla fine della relazione.

Nel caso si presenti una situazione del genere è fondamentale non farsi prendere da attacchi di panico e, qualora si avesse paura di perdere il controllo, chiedere aiuto ad un esperto.

Consulta l’articolo sulla paura di perdere il controllo.

 

Persona soggetta ai commenti altrui

 

Conseguenze  del Sexting per gli Adolescenti

La relazione tra sexting e adolescenza è molto comune e rappresenta una ulteriore scoperta della sfera erotica, scoperta che emerge soprattutto in adolescenza, attraverso mezzi di comunicazione diversi da quelli passati.

Di per sé, se svolto con attenzione e soprattutto rispetto nei confronti dell’altro, è utile per accrescere e migliorare la costruzione della propria identità ed è vissuto come una forma di scoperta del sesso, delle proprie capacità interpersonali e quindi della propria autostima.

L’aspetto preoccupante del sexting in età adolescenziale riguarda la mancata consapevolezza dei rischi associati all’utilizzo improprio del web e la difficoltà di comprendere quali possano essere le conseguenze per se stessi nel momento in cui ci si relaziona con persone potenzialmente pericolose.

Ad esempio, in alcuni casi la perdita di controllo del materiale sessuale nel web, può comportare diversi rischi. I più comuni e conosciuti sono il revenge porn, il sextoring e il cyberbullismo.

Il problema si pone nel momento in cui si parla di pedopornografia (leggi l’articolo sul DOC a contenuto Pedopornografico), e quindi di materiale eroticamente esplicito costituito da minori ed utilizzato da adulti.

In questo caso le conseguenze legali sarebbero mirate a punire l’adulto che appunto, utilizzerebbe materiale prodotto da un minore e quindi non definibile consenziente.

Per questo motivo, è indispensabile non la negazione della sessualità nei minori, cosa impossibile poiché è normale il processo di consapevolezza sessuale in quei determinati anni, ma piuttosto l’incremento di educazione sessuale e quindi di consapevolezza di cosa è il sesso e di come si caratterizza, si sperimenta e si vive nel rapporto tra pari. È questo un modo sano e utile per prevenire più possibile condotte abusanti da parte di adulti impossibilitati per via della maggior consapevolezza da parte del minore stesso.

 

Sexting e Teenagers

Sexting, Consigli in Psicologia e Come Tutelarsi

Importante è sottolineare che non è possibile fare sexting avendo la sicurezza totale di non incorrere in una perdita di controllo del proprio materiale. Questo succede perché nel momento in cui il materiale sessuale viene inviato attraverso qualsiasi modalità ad un’altra persona, il contenuto stesso perde il controllo dell’inviante.

Le procedure più utili che possono essere messe in atto per evitare più possibile conseguenze pericolose per chi pratica sexting, possono essere definite come segue:

  • Utilizzare applicazioni sicure abbassa la possibilità di incorrere in divulgazioni non autorizzate del materiale;
  • Attivare procedure di sicurezza sul proprio dispositivo può agevolare la possibilità di perderne completamente il controllo (per esempio un buon antivirus);
  • Scegliere di fare sexting con persone di cui ci si fida e che possibilmente si conoscono, poiché anche in questo caso si aumenterebbe la possibilità di non incorrere in diffusione di materiale non autorizzato;
  • Denunciare atti illeciti nell’immediato per evitare appunto, l’ulteriore diffusione e perdita di controllo di essi;
  • Non aver paura di ammettere a se stessi di aver svolto un atto illecito e/o al limite del rispetto dell’altro e in base a questo, pensare che rivolgersi ad uno specialista che possa comprendere come mai si sia arrivati a questo, non può far altro che migliorare la propria qualità di vita.

Per superare le conseguenze di un trauma simile è consigliato chiedere aiuto ad un esperto. Attraverso la lettura di questo articolo potrai capire se e quando è utile andare dallo psicologo o psicoterapeuta.

 

Link e Approfondimenti

 

Articoli correlati


Dott. Damiano Colamonico

Psicologo Specializzato nel Trattamento Cognitivo Comportamentale e Ossessioni Sessuali

Le ossessioni sessuali sono diventate un problema per la tua quotidianità? Stanno influenzando il normale scorrere delle tue giornate e intaccando la tua serenità e benessere?

Da anni tratto pazienti affetti da questo genere di DOC mediante le più innovative tecniche cognitive comportamentali presso il mio Studio di Psicologi Specializzati a Torino.

Sentiti libero/a di contattarmi

Parlami del tuo problema e troviamo assieme una soluzione!


    Dott. Damiano Colamonico
    Dott. Damiano Colamonico
    Sono il Dott. Damiano Colamonico, psicologo a Torino ad orientamento Cognitivo Comportamentale. Esperto dei principali approcci in campo di neuroscienze, psicologia cognitiva e neuropsicologia, dirigo il Centro Clinico “StudioColamonico” a Torino e Chieri dove, insieme ai miei collaboratori, mi occupo di riabilitazione e trattamento dei principali disturbi della sfera psicologica. Attraverso i miei studi in tecniche cognitivo comportamentali presso l'istituto Watson di Torino ho appreso le più efficaci strategie di intervento per la riabilitazione dei più comuni disturbi mentali e della sofferenza psicologica.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *