Tricotillomania: Disturbo da Strappamento Peli

donna che si gratta con disturbo da escoriazione dermatillomania
Dermatillomania: disturbo da escoriazione compulsiva
Maggio 14, 2020
donna affetta da doc da contaminazione
Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) da Contaminazione: Sintomi e Come Guarire
Giugno 15, 2020
Donna affetta da tricotillomania disturbo dello strappamento capelli

Tricotillomania compulsiva: scopriamo i sintomi, le cause e le cure di questo disturbo.

La tricotillomania, o trichotillomania è un disturbo mentale caratterizzato dall’impulso strappare i peli dal proprio corpo, più comunemente i capelli, le sopracciglia e la barba, per ragioni non estetiche. Si può presentare in forme lievi o incontrollabili, e spesso dipende da cause legate alla depressione e allo stress, ed è molto comune verificare casi di tricotillomania già nei bambini. Scopriamo i criteri diagnostici e le più adeguate terapie per combattere la tricotillomania.

Cos’è la tricotillomania?

La tricotillomania è un disturbo appartenente alla famiglia dei Disturbi Ossessivo- Compulsivi. La caratteristica preponderante del disturbo è il comportamento compulsivo di strappare i capelli e i peli del proprio corpo. Il bisogno dell’individuo è quello di tirarsi i peli del corpo per alleviare differenti stati emotivi difficili da gestire, ed è osservabile sia negli adulti che nei bambini. La tricotillomania può essere scatenata da diverse cause, e comporta conseguenze che spesso influiscono sulla sfera sociale dell’individuo. Questo disturbo è più diffuso di quanto si possa credere, tanto che negli ultimi anni sono emersi tanti casi di tricotillomania tra vip e personaggi famosi, come Arisa, Sara Sampaio e Taylor Mega. Attenzione però, non è da confondere con la tricofagia. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di questo disturbo.

Sintomi

I principali sintomi del disturbo da tricotillomania sono caratterizzati da:

  • Ripetuti strappamenti di peli e capelli da parte dell’individuo che comportano inevitabilmente una perdita di essi.
  • I luoghi del corpo che principalmente subiscono il comportamento compulsivo della tricotillomania sono il cuoio capelluto, le ciglia, le sopracciglia, la barba, ma possono riguardare tutto il corpo.
  • Fallimentari tentativi di interrompere il comportamento compulsivo, che non vanno a buon fine.
  • Lo strapparsi i capelli e i peli condizionano significativamente la vita dell’individuo che cambia le proprie abitudini e rifiuta spesso la dimensione sociale e interpersonale per vergogna dell’evidenza dl sintomo ad esempio sulla cute e/o per evitare di non riuscire a mettere in atto la compulsione.
  • Spesso le persone che attivano il comportamento lo fanno in momenti e luoghi solitari, quando nessuno può accorgersene e osservarli.
  • In alcuni casi, la tricotillomania è associata alla tricofagia: la persone gioca con la ciocca o il capello o il pelo, lo mastica, lo sceglie con cura e attenzione selezionando il tipo di pelo o capello utile.
  • Lo strappamento da tricotillomania compulsiva può essere volontario, cioè consapevole, scelto da parte della persona, o involontario e cioè automatico, non definito prima con consapevolezza.

Cause della Tricotillomania

Le cause ascrivibili alla tricotillomania possono essere diverse e complesse. Il comportamento compulsivo emerge e si attiva in momenti di stress, ansia e noia che l’individuo sperimenta. Come in tutti i DOC, la persona è turbata da un pensiero, un’emozione, un evento difficile o una situazione problematica. Automaticamente, per gestire e ridurre il carico di stress e ansia che percepisce, l’individuo attiva il comportamento di tricotillomania, classificata nel DSM-5 come disturbo mentale e comportamentale, spostando quindi la preoccupazione su una azione rassicurante.

Ulteriori cause della tricotillomania possono essere:

  • Episodi estremamente stressanti: un lutto, una perdita, un trasferimento, un evento inaspettato e stressante può essere motivo di esordio;
  • Familiarità: diverse ricerche hanno evidenziato quanto le cause genetiche possano essere caratteristiche dell’esordio del disturbo;
  • Presenza di altri sintomi e disturbi: la tricotillomania può svilupparsi in relazione ad altri disturbi psicologici che possono essere sempre Ossessivo Compulsivi o anche riguardanti il Comportamento Alimentare, oppure Disturbi dell’umore.

uomo affetto da depressione con disturbo di tricotillomania

Conseguenze della tricotillomania: Alopecia, Dermatite e Psiche

Le conseguenze della tricotillomania possono essere di natura organica e psicologica. Le conseguenze fisiche sono principalmente:

  • Comparsa dell’alopecia: la tricotillomania, con l’azione prolungata di strappamento di peli e capelli, può provocare una graduale scomparsa definitiva dei peli. L’alopecia da tricotillomania può essere parziale (in alcuni punti) o totale, temporanea (in casi di tricotillomania i capelli e le ciglia ricrescono se non vengono più stuzzicati) o permanente.
  • La tricotillomania può scatenare la comparsa di dermatiti a livello del cuoio capelluto nei punti in cui avviene lo strappamento o anche in punti diversi.
  • Una infiammazione che può diventare dolorosa del cuoio capelluto o di altre parti del corpo esposte al trattamento compulsivo.
  • Se l’individuo ingerisce i peli e i capelli (tricofagia) può avere anche conseguenze fisiche di natura gastrointestinale, poiché i peli e i capelli possono bloccale le funzioni intestinali.

Le conseguenze psicologiche possono riguardare la sfera affettiva, sociale e interpersonale fino ad arrivare a quella lavorativa. La persona con tricotillomania può manifestare senso di disagio e vergogna in presenza di altre persone e quindi può instaurare un comportamento di evitamento che a lungo andare può sfociare in difficoltà e problematiche depressive e in una chiusura disfunzionale nei confronti del mondo esterno.

Terapia: Come curare la tricotillomania?

Il trattamento più indicato per la cura del disturbo da tricotillomania è la terapia Cognitivo Comportamentale. La terapia è caratterizzata da una prima fase di raccolta di informazioni di racconti sulla storia e l’esordio del sintomo, su come si manifesta e quando, su quali siano le conseguenze al fine di comprendere, con l’aiuto del terapeuta, le cause della tricotillomania. Successivamente, il terapeuta aiuta la persona ad imparare a gestire, tramite strategie indicate dal professionista, il sintomo, aiutando quindi l’individuo a ridurre man mano la sintomatologia compromettente. Il fine ultimo della terapia per la tricotillomania è quello di imparare a gestire il sintomo, ridurlo e quindi migliorare la propria vita personale, relazionale, lavorativa e sociale, migliorando così la qualità di vita della persona.

Link Utili e Approfondimenti

Articoli correlati

Dott. Damiano Colamonico
Dott. Damiano Colamonico
Sono il Dott. Damiano Colamonico, psicologo a Torino ad orientamento Cognitivo Comportamentale.Esperto dei principali approcci in campo di neuroscienze, psicologia cognitiva e neuropsicologia, dirigo il Centro Clinico “StudioColamonico” a Torino e Chieri dove, insieme ai miei collaboratori, mi occupo di riabilitazione e trattamento dei principali disturbi della sfera psicologica.Attraverso i miei studi in tecniche cognitivo comportamentali presso l'istituto Watson di Torino ho appreso le più efficaci strategie di intervento per la riabilitazione dei più comuni disturbi mentali e della sofferenza psicologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *